ANCHE MARSALA SI INCHINA ALLA CAPOLISTA ROMA VOLLEY CLUB

Pronostici rispettati al Palazzetto dello Sport di Guidonia Montecelio, con la festa finale di Roma Volley Club sempre più certa di presentarsi alla Pool Promozione, guardando dall’alto verso il basso le altre undici contendenti per il salto di categoria in A1. Come poteva essere facilmente immaginabile la capolista è implacabile al cospetto della Seap-Sigel Marsala e festeggia la vittoria numero tredici della stagione. Le azzurre hanno dovuto cedere, seppur con l’onore delle armi, in tre giochi in un’ora circa di gioco con parziali che recitano: [25/17; 25/10; 25/16]. Banco di prova importante che fa registrare il quarto stop di fila con questo onorevole di oggi prima di puntare Soverato, ma le nostre giovani non hanno mostrato d’acchito nessun timore reverenziale nei confronti delle quotate padrone di casa. Troppo forte è apparsa la compagine allenata da Cuccarini, zeppa di individualità di spicco e priva di Sofia Rebora sostituita degnamente dalla pariruolo Rucli (nominata Mvp). Salkute, dall’altra parte della rete, migliore realizzatrice con 10 punti. Mercoledì 18 gennaio alle ore 17,30 altra trasferta in casa delle ioniche del Soverato Volley che distano undici punti dalle marsalesi. Ci sarà da riscattare la negativa prestazione del match di andata e portare via utili punti salvezza da far valere nella fase successiva.
Starting-six:
Roma Volley Club propone Bechis e Bici in diagonale d’attacco, Ciarrocchi e Rucli al centro, Rivero e Melli sono le schiacciatrici, Ferrara è il libero.
Un solo cambio obbligato per Marco Bracci che “risparmia” l’alense Bulovic acciaccata e concede il primo gettone di presenza all’ungherese Szucs in coppia in una inedita batteria capitan Moneta. Presto fatta la formazione: Salkute opposta a Ghibaudo, Moneta e Szucs in banda, D’Este e Frigerio centrali, Norgini libero.

La Cronaca:
Il primo parziale è caratterizzato dall’avvio forte nel fondamentale del servizio capitolino. Il punto di Melli certifica il primo allungo (9-5). Al passaggio successivo (19-13) la forbice si allarga con il muro firmato da Ciarrocchi e chiude Bici per il 25-17. Nel secondo set Garofalo è della partita dopo un brevissimo impiego nel primo. La Seap-Sigel Marsala lotta, Norgini salva un paio di situazioni e chiude tutti i varchi e mette la “freccia”, andando a condurre 6-7. Ma si tratta, purtroppo, di un fuoco di paglia: dal mani-out firmato da Rivero, le capitoline esprimono il loro gioco migliore. Il turno in battuta di Bechis e la positività di Rucli al centro fanno scorrere velocemente il tabellino (23-7) con un parziale di 17-0, prima di un nuovo punto ospite che spezza il break. Ghibaudo e compagne smettono di lottare e Roma si prende meritatamente anche la seconda frazione (25-10). Infine il crollo, naturale e comprensibile, nel terzo set (Bracci mischia le carte quasi all’inizio e fa rifiatare Ghibaudo e Frigerio concedendo dello spazio per gran parte del set a Orlandi e Guarena e confermando di banda Szucs con Garofalo che stava vivendo un buon momento) con Roma che a partire dal 18-8 ha gestito facendo rifiatare Bechis e inserendo De Luca Bossa fino al 25-16 finale sull’errore in attacco di Salkute.

Marco Bracci, coach della Seap-Sigel Marsala, intercettato in zona mista commenta:
<<Ho visto una partita dove dall’altra parte della rete, la squadra di Roma sta cercando di conquistare ogni punto per tenere il ritmo alto, perché è giusto che sia così. Da parte nostra, abbiamo subito molto, soprattutto la loro battuta. Per questo motivo, abbiamo tenuto ricezioni abbastanza staccate che non ci hanno permesso di giocare un gioco molto veloce. Nelle fasi cambio-palla e in attacco e fase difesa/contrattacco spesso la palla era staccata. Nessuno appunto alla squadra: ha giocato e si è espressa come del resto ha fatto domenica scorsa ed è girata bene>>

Tabellino. Roma Volley Club-Seap-Sigel Marsala: 3-0 [25/17; 25/10; 25/16]
Roma Volley Club: Bici 9, Bechis 5, Rivero 15, Ciarrocchi 5, Ferrara (L), Melli 10, Rucli 12, De Luca Bossa, Valoppi. ne: Bianchini, Valerio, Rebora. Coach: Giuseppe Cuccarini.
Seap-Sigel Marsala: D’Este 2, Salkute 10, Garofalo 7, Ghibaudo 1, Moneta 1, Frigerio 3, Norgini (L), Orlandi, Guarena 2. Ne: Bulovic. Coach: Marco Bracci; vicecoach: Lucio Tomasella.
Arbitri: Davide Morgillo di Napoli e Giuseppina Stellato di Macerata Campania (Caserta)
Mvp: Michela Rucli
Classifica 14^ gir. “B” A2:
Roma Volley Club 39; Ipag S.lle Ramonda Montecchio 28; Omag-Mt San Giovanni In M.No 28; Cda Talmassons 27; Itas Ceccarelli Martignacco 21; Volley Soverato 20; Anthea Vicenza Volley 13; Desi Shipping Akademia Messina 10; Seap-Sigel Marsala 9; Assitec Volleyball Sant’Elia 9; 3M Pallavolo Perugia 6.